Al team italo olandese guidato da RecchiEngineering l’incarico per lo sviluppo del masterplan Variante 200

Pubblicato il: 24 Agosto 2014

È stato scelto a Torino il raggruppamento TO Make!, guidato dalla Torinese RecchiEngineering, che avrà il compito di affiancare il Comune nello sviluppo del nuovo Masterplan Variante 200 e del relativo studio economico-finanziario.

Dopo diverse settimane di analisi, la commissione aggiudicatrice incaricata dalla Città ha scelto il vincitore della gara, bandita nel 2012, per la realizzazione del nuovo masterplan, che coinvolge oltre un milione di mq di aree ex industriali e ferroviarie, di proprietà mista pubblico-privata e che rappresenta, nei prossimi 20 anni, l’orizzonte più importante di riconversione del tessuto urbano sotto la Mole. Al bando, avevano risposto 16 cordate nazionali ed estere

Un progetto concreto, sviluppato da un team internazionale di professionisti, che ha saputo coniugare, attraverso un approccio multidisciplinare e innovativo, i molteplici temi progettuali, mettendo a punto un nuovo modo di fare città. Innovazione, flessibilità, sostenibilità e sviluppo incrementale sono stati i principi ispiratori del progetto. Variante 200 ha preso avvio dall’ascolto diretto del territorio e del mercato, per disegnare un modello di sviluppo urbano che non prescindesse dalla sua fattibilità economica, nel desiderio di consegnare alla Città uno strumento non utopico, ma realmente attuabile.

Il gruppo di lavoro ha come capogruppo Recchi Engineering, costituito da professionisti con esperienza in progetti urbani di livello internazionale, e viene affiancato dagli architetti olandesi ArchitektenCie, Avalon per la consulenza finanziaria, l’architetto  Matteo Robiglio di Tra (ex Avventura Urbana), attivo sul fronte dell’architettura partecipata, Mesa per le analisi di mercato, Manens-Tifs per le competenze ambientali, lo studio Nctm per i temi normativi e la società di sviluppo immobiliare Hines, responsabile di Marketing Internazionale.